Notizie Parrucchieri e Bellezza

Notizie e novità dal Mondo della Bellezza
Information and news from the World of Beauty
Informationen und Neuigkeiten aus der Welt der Schönheit
Information et nouvelles du monde de la Beauté
Información y noticias del mundo de la belleza
信息和新闻从美的世界
Информация и новости из мира красоты
المعلومات والأخبار من عالم الجمال


BEAUTY NEWS

Rai 1 ha omaggiato Rita Levi Montalcini con una fiction: Elena Sofia Ricci nei panni di questa donna che ha fatto dello studio il centro della propria intera esistenza. Sapeva che una famiglia sarebbe stato un impedimento verso quello che lei riteneva più importante: le devozione totale alla scienza. Non tutte le donne sentono di voler mettere un matrimonio e dei figli al primo posto e questo non per forza va letto come una rinuncia: a volte è semplicemente una scelta molto consapevole.Continua a leggere

Continua a leggere

Come si applica l'ombretto nel modo giusto per ottenere un trucco occhi perfetto? Per prima cosa bisogna scegliere la giusta tipologia di ombretto in base al make up che vuoi realizzare, avere degli ottimi pennelli a portata di mano e seguire alcuni piccoli consigli che ti aiuteranno nella realizzazione del tuo look: ti spieghiamo step by step come stendere il tuo ombretto.Continua a leggere

Continua a leggere

Zona gialla, zona arancio o zona rossa? Qualunque sia il destino che il governo destina alle nostre regioni, per rendere più sopportabile la situazione di quarantena, continuiamo a suggerirvi alcuni dei migliori food delivery in circolazione. Siamo partiti con il menù di famiglia, e siamo passati alle proposte gourmet. Come non considerare poi chi è vegano? E naturalmente abbiamo dedicato un capitolo intero a chi ama la cucina etnica. Questa volta però tirate fuori l’argenteria perchè vi portiamo nell’alta cucina, o meglio, le ricette dei grandi chef entreranno nelle vostre case per un delivery un po’ più “formale”.

A Milano VOCE Aimo e Nadia PAOLO TERZI Fotografo, Modena

I servizi di delivery dei portentosi chef Alessandro Negrini e Fabio Pisani sono creati e partono dalla suggestiva cornice del Museo delle Gallerie d’Italia. Non si dica che gli amanti dell’alta gastronomia italiana siano stati lasciati soli! Avranno a disposizione prodotti per la prima colazione, una selezione di antipasti, primi e secondi per pranzi semplici e creativi o per cene speciali. A questo, si aggiungono alcune rinomate proposte dalla dispensa de Il Luogo di Aimo e Nadia, come il rinomato sugo di cipollotto di Tropea leggermente piccante. Il menù proposto comprenderà quindi proposte dolci e salate per la mattina (dal cuore allo yogurt, al bigné al caffè o alla foresta nera, fino alle gustosissime focacce), idee leggere per gustare un pranzo speciale a casa o in ufficio (come l’insalata di farro, la Caesar Salad e gli sfiziosi tramezzini) e alcuni grandi classici come la zuppa di legumi, i cannelloni di pasta fresca, la vitella di montagna in salsa tonnata). Il tutto preparato e condito con lo stile che contraddistingue da anni questa famiglia. I piatti saranno accompagnati dalle istruzioni per rigenerarli così da apprezzarli come se fossero appena usciti dalla cucina del ristorante. Da contattare l’indirizzo delivery@voceaimoenadia.com.

Armani Simona Bruno per Armani Restaurant

Il famoso brand di moda, con i suoi diversi ristoranti nel mondo, propone per i clienti da sempre fedeli al nome Armani, differenti delivery durante questo periodo speciale. Emporio Armani Ristorante e Nobu a Milano, mettono a disposizione il delivery per il pranzo, la pasticceria, il brunch, l’aperitivo (sono stati realizzati dei cocktail in busta in formato monodose, pronti da versare) e fino ad una cena speciale. Tra le proposte in menù c’è l’intramontabile cotoletta alla milanese, il finocchio gratinato, il vitello tonnato e molto altro ancora da scoprire sul loro sito. Dalle cucine di Nobu, invece, si potranno ordinare selezioni speciali di sushi e sashimi, ma saranno disponibili anche grandi classici come black cod, rock shrimps e ravioli di wagyu. E poi le tasting experience fish a base di astice alla catalana con salsa di corallo e caviale, i ravioli di granchio reale, salsa di crostacei, nero di seppia e ancora la cernia con cicoriette, pomodoro e la sua essenza. Oppure la tasting experience meat con la tartare di bisonte, i maccheroni alla genovese e la guancetta di maialino.

Gastronomia Urbana - Exit gaia menchicchi

Da Exit si mangia e si beve alla grande, e si sta anche molto bene. Il mood di questo bel locale è purtroppo messo in standby, il piacere di star comodi nel centro di Piazza Erculea con un calice di champagne in mano è rimandato. Ma la valente squadra capitanata dallo chef Matias Perdonomo (Ristorante stellato Contraste) ha deciso di rimboccarsi le mani e proporre ai propri a affezionati le migliori prelibatezze che hanno reso famoso il nome di Exit. Dal chiosco che racchiude l’essenza di questa Gastronomia Urbana, arrivano i classici racchiusi nel “Kit Aperitivo Urbano” (50€): pane, burro e acciughe del Mar Cantabrico, coppa di Parma “Podere Cadassa” e pane di semola di grano duro by Crosta Milano, foie Gras, pane croccante e confettura by Marco Colzani. Oppure i piatti e i formaggi a disposizione sul sito internet. Sarà possibile acquistare anche i vini, numerose etichette ben selezionate e con tante bollicine, a prezzi inferiori rispetto ai normali consumi in loco. La scelta di Exit è comunque continuare, anche post lockdown, ad offrire un servizio di vendita prodotti attraverso il food&wine shop, merita che di diate un’occhiata!

Acquada

Sara Preceruti, la giovane chef dallo stile istintivo e creativo di Acquada, ha dato il via lunedì 9 novembre, per la prima volta, al suo servizio di delivery e asporto. Dopo aver scelto, durante il primo lockdown, la strada del volontariato, affronta questo nuovo periodo difficile con ottimismo imprenditoriale e propone ai clienti un menu di poco semplificato e raccontato in video, per avvicinarsi il più possibile ai piatti del menu autunnale che fino a poche settimane fa potevano essere consumati nel suo ristorante. Ogni piatto arriva a casa dei clienti con l’invito a seguire passo passo le indicazioni della cuoca per la cottura delle pietanze, grazie a dei video appositamente girati e montati. I clienti possono consultarli tramite QRCode, ma anche sul sito del ristorante nella sezione delivery. Oltre ai piatti del menu, è possibile ordinare marmellate preparate nella cucina del ristorante, piccola pasticceria, pane e grissini, paste fatte in casa, sottoli e sottaceti. Non mancherà, per il Natale, il panettone firmato dalla chef, una novità assoluta per la sua cucina. La consegna è attiva sette giorni su sette, dalle 12:00 alle 22:00, in tutta la città di Milano e per 15 km fuori dal perimetro esterno della città. Per ordinare basta collegarsi al nuovo shop online.

A tavola
Food delivery etnico. I migliori a Milano e Roma
Dalle delizie cinesi alle prelibatezze Japan style fino ai gusti decisi del tex mex: prosegue il nostro viaggio nei delivery speciali - questa volta nelle cucine d'altri mondi e culture - che rendono questo semi lockdown un po' più facile da sopportare
Bentoteca

La Bentoteca dello chef giapponese Yoji Tokuyoshi, all’interno  del suo omonimo ristorante con stella Michelin, ha deciso di continuare a lavorare con il servizio di delivery in pieno stile nipponico, cioè con precisione e dettaglio curato. La consegna a domicilio su Milano è all’interno di una specifica zona delimitata da vedere sulla mappa ed è disponibile da martedì fino a domenica, sia a pranzo che a cena. Il godurioso menù prevede diversi udon, bento, karaage, kimchi, piatti che Yoji realizza e interpreta in maniera impeccabile e che chi ha avuto modo di fargli visita avrà già conosciuto. Degno di nota il Karaage di due ali di pollo fritte in stile giapponese e accompagnate da salsa amakara o il midollo shiokara cotto alla brace e servito con calamari fermentati leggermente piccanti, accompagnato da pane giapponese tostato.

Delivery Café di Carlo Cracco

Poteva Carlo Cracco non mettere a disposizione un po’ della sua cucina per i numerosi fans da cui è tanto acclamato? La star-chef ha deciso di mettere in piedi un servizio di consegna a domicilio con i piatti provenienti dal Café Cracco, da scegliere e ordinare attraverso il suo shop online. Avete voglia del suo riso al salto con ragù di verdure? Del vitello tonnato, del roast beef, del club sandwich o delle sue pizze che tanto hanno destato scalpore? Con un ordine minimo di 30€ potrete portare a casa dei buoni piatti proveniente dalle cucine dello chef più famoso d’Italia.

Roma Carnal - Morso Sabroso

Il famoso chef del ristorante stellato Metamorfosi, Roy Caceres, ha da qualche mese dato avvio alla nuovo Carnal, creatura gastronomica dal “morso sabroso”. Insieme a Riccardo Paglia e Andrea Racobaldo, il cuoco originario dell’Ecuador, propone dei box in cui unisce tecnica, sapore e sguardo gaudente sul mondo. Alla base l’idea di godere con il cibo sudamericano che alcuni hanno assaggiato e altri solo sognato; la Colombia dello chef si unisce al Messico in cui ha vissuto, all’America Latina e alla filosofia della cucina italiana, il tutto senza schemi predefiniti e tenendo l’originalità gustativa come punto focale. Si chiamano "Carnal at home" e sono disponibili in quattro formati: x2, x3, x4, x5 e x6 persone, possono essere accompagnati da una selezione di vini e birre dalla cantina e contengono i migliori ingredienti da cucinare insieme nel comfort di casa. Gli chef vi guideranno in ogni passaggio attraverso accurati video-tutorial, per condividervi trucchi e consigli e per completare al meglio ogni ricetta. La BBQ Box, con carne marinata e una cottura a bassa temperatura iniziale, solo da finire sulla brace in queste giornate di sole. La Box dedicata ai formaggi di malga, di cui Riccardo Paglia è grande conoscitore e appassionato. E ancora la Box di tacos da completare a casa. Buon divertimento!

Convivio Troiani Alberto Blasetti / www.albertoblasetti.com
Alberto Blasetti / www.albertoblasetti.com
Alberto Blasetti

A Roma c’è un posto speciale dove andare o tornare appena si potrà, il ristorante dell’omonima famiglia. Fortunatamente per chi vive a Roma, c’è la possibilità di godere della sua cucina anche in questo periodo per cui prendete nota. I piatti non arriveranno caldi ma sono ideati per essere consumati entro 3 giorni salvo i kit che hanno una scadenza di 8 giorni e sono da assemblare “con facilità”. “I prodotti vengono confezionati in vaschette di alluminio o barattoli di vetro perché sono gli unici che consentono la rigenerazione in forno statici o ventilati a temperature oltre i 60°”, specificano i fratelli Troiani. I kit sono tutti da 2 porzioni e si potranno degustare piatti che hanno reso celebre uno dei più validi ristoranti stellati di Roma, attraverso tre menù, Terra, Mare, Orto o con i piatti da ordinare singolarmente: amatriciana de Il Convivio, fagottello croccante di pecorino con broccoletti ripassati e salsiccia, lasagna c’era una volta con parmigiano 40 mesi, sugo sfilacciato di carne e mozzarella fior di latte, stinco di maialino al forno, salsa alla melagrana, zenzero, rosmarino e pepe verde. Per concludere non perdete il mirifico tiramisù dec.

Antico Forno Roscioli

Chi l’ha detto che l’”alta cucina” si trovi soltanto sotto un’insegna stellata? Il forno della famiglia Roscioli è un tempio della bontà indiscussa e di “alto” ha tanto. Resta aperto tutti i giorni, dal lunedì alla domenica fino alle 20.00. Nel forno di Via dei Chiavari è possibile fermarsi fino alle 18 per mangiare uno dei piatti della gastronomia, come lasagne o pomodori con il riso, o del banco tra cui pizza e supplì, oppure portar via la propria spesa fino alle 20. Attivo anche il servizio delivery, da ordinare rivolgendosi direttamente al forno con una telefonata al numero 06-6864045 o un messaggio WhatsApp al 351.6439958 oppure andando on line su Cosaporto.



Continua a leggere

Oroscopo dell'ottimismo

Si dice che il pensiero positivo possa vedere l’invisibile, sentire l’intangibile e realizzare l’impossibile. Essere ottimisti non significa essere nostalgici del futuro, significa decidere di vedere solo il buono, di raccogliere solo il sorriso o la pacca sulla spalla che stelle e pianeti ci riserveranno nell’anno che verrà. Ottimismo: merce rara ma indispensabile per uscire da un 2020 che ci ha messi alla prova. Cerchiamo di scoprirlo tra le pieghe del cielo, nelle promesse degli astri che saranno, a partire da questo ultimo mese dell'anno e per quelli a venire.

Ariete Ariete - Lady Gaga e Ewan McGregor
Ariete - Lady Gaga e Ewan McGregor
Getty Images, Splash News

Ariete Non sarà poi così difficile trovare spunti e ragioni per essere felici di varcare la soglia del nuovo anno. Pensiamo subito a Giove e a Saturno che smettono di “essere contro”, di pesare come macigni su un presente che ha bisogno di respirare, di fare cose nuove. Lo spunto motivazionale per l’Ariete saranno i risultati, la possibilità cioè di ottenere qualcosa in cambio dell’impegno che avete dimostrato negli ultimi tempi. Ritroverete un rapporto facile e normale con la professione, con un destino di cui smettete di avere paura. L’energia fluisce, Marte vi concede finalmente un po’ di calme e voi funzionate. Meglio così.

Toro Toro - Gigi Hadid e Robert Pattinson
Toro - Gigi Hadid e Robert Pattinson
Getty Images, Splash News

Toro Qualcuno aveva ironicamente notato come Toro faccia rima con lavoro, e non è un caso. Il 2021 vedrà infatti la presenza di Saturno e di Giove (intermittente) nella vostra decima casa, proprio quella dedicata alle azioni, alle professioni, e questo sarà il vero must del nuovo anno. Si tratterà certamente di un tempo ricco di impegni, di grande concentrazione, ma lo spunto motivazionale per il Toro sarà la possibilità, grazie a Giove, di ottenere fin da subito riscontri e gratificazioni. Sorridete sapendo che agli oneri seguiranno velocemente gli onori, questo perché Giove – da metà maggio fino alla stagione delle vacanze - farà di tutto per premiarvi, per farvi capire che non vi state sbagliando.

Scoprite anche in che modo la Luna influenza i segni zodiacali
Oroscopo 2020: come la Luna influisce sui segni 
L'energia materna della Luna ci difende e ci nutre, ma è diversa per ognuno di noi: per capire come usarla sempre nel modo giusto occorre osservare la posizione della Luna al momento della nostra nascita. Ecco una guida
Gemelli Gemelli - Lily Rose Depp e Kanye West
Gemelli - Lily Rose Depp e Kanye West
Splash News e Getty Images

Gemelli Anche nel vostro caso, le ragioni per essere soddisfatti sono lì, sono evidenti, e non c’è alcun bisogno di andare a ricercarle troppo in profondità. I trigoni magici di Giove e di Saturno saranno infatti la migliore promessa di fortuna, i fenomeni sui quali baserete gli entusiasmi dei prossimi mesi. Ma il vero spunto motivazionale per i Gemelli sarà la possibilità di vivere ogni cosa in modo leggero, divertente, senza mai soffrire di situazioni troppo ferme o gravose. E, se questo ancora non vi bastasse, allora osservate Mercurio, il pianeta che abiterà nel vostro segno da maggio ai primi giorni di luglio, aggiungendo ulteriore intelligenza e bellezza al tutto.

Cancro Cancro - Margot Robbie e Benedict Cumberbatch
Cancro - Margot Robbie e Benedict Cumberbatch
Splash News

Cancro Si migliora anche quando magari non si cresce. Ma quando si eliminano proprio quei pesi, quegli ostacoli o divieti che, appena prima, vi avevano impedito di vivere, di diventare. Giove e Saturno smettono di essere “contro”, la piantano insomma di dire di no a ogni reazione, a ogni proposta, a ogni tentativo di cambiare. Così che lo spunto motivazionale per il Cancro sarà la sensazione di libertà, di tornare a essere i veri protagonisti del presente. Con un pizzico di fortuna primaverile (da metà maggio a fine luglio) che Giove – bontà sua – concederà soprattutto ai nati di giugno. Marte, intanto, vi aiuterà a iniziare con una certa calma il 2021.

Leone Leone - Jennifer Lopez e Roger Federer
Leone - Jennifer Lopez e Roger Federer
Splash News

Leone Secondo molti astrologi è stato proprio il regista Özpetek, con il suo Saturno contro, a rovinare definitivamente la già triste fama del pianeta con gli anelli. Giove (fino a maggio e poi ancora in autunno) e Saturno vi saranno contro, vero, ma non è il caso di mandare in soffitta la speranza, di rinunciare all’entusiasmo. Anche voi avrete qualcosa in cui credere, infatti lo spunto motivazionale per il Leone sarà la possibilità di fare ordine tra i rapporti, di consolidare quelli importanti e di dire bye a quelli che forse non servono più, che hanno perso di senso. Convertitevi alla pazienza, alle cose da fare con calma.

Vergine Vergine - Beyoncé e Liam Gallagher
Vergine - Beyoncé e Liam Gallagher
Splash News

Vergine Data la natura prudente e attentissima del vostro segno, non è difficile immaginarvi più a vostro agio con una situazione tranquilla, in un ambiente che non faccia mai troppo rumore, che non disturbi e che non interrompa continuamente pensieri o azioni. Fidatevi dello spunto motivazionale del 2021 che, per la Vergine sarà proprio la possibilità di starsene tranquilli, di fare le cose che vi piacciono senza complicazioni. Giove, all’inizio della stagione estiva, proverà probabilmente a distrarre i nati di agosto, eppure, per non complicare il tutto, vi basterà non dare retta a chi vorrà provocarvi, o a quelli che non sono mai soddisfatti.

Bilancia Bilancia - Marion Cotillard e Matt Damon
Bilancia - Marion Cotillard e Matt Damon
Splash News

Bilancia Siete certamente tra i privilegiati per il 2021. Ebbene sì, comparite tra i segni che il nuovo anno guarderà sempre con un occhio di riguardo, tra coloro che potranno dire “io c’ero” tra stelle e pianeti amici. Giove e Saturno scivoleranno in dolcissimo trigono d’Aria, per questo ci sarà da divertirsi. Sì, perché lo spunto motivazionale per la Bilancia sarà proprio il piacere, la bellezza, l’armonia, ovvero tutto ciò che il segno più ama. Ottima occasione per puntare in alto, per montarvi la testa e fare come vi pare (ai dettagli penserà poi il cielo). Mercurio intanto vi regalerà spessissimo intelligenza e curiosità, soprattutto in autunno.

Scorpione Scorpione - Hailey Bieber e Drake
Scorpione - Hailey Bieber e Drake
Splash News

Scorpione Ammettetelo, non siete fatti solo di forza e di coraggio. Perché se Marte vi rende perfetti guerrieri del vostro tempo, la vostra componente acquatica vi spinge, spesso, a proteggere la privacy, a compiere rapide fughe in una dimensione protetta, dove niente e nessuno può entrare senza il vostro permesso. Giove e Saturno, quest’anno, andranno in profondità, insisteranno sulle cose intime. Così possiamo immaginare che lo spunto motivazionale per lo Scorpione sarà la possibilità di starvene più spesso da soli, la capacità di non annoiarvi se e quando sarà il tempo del silenzio, del pensiero e della contemplazione.

Sagittario Sagittario - Britney Spears e Vincent Cassel
Sagittario - Britney Spears e Vincent Cassel
Splash News

Sagittario Per quanto Giove vi renda gioviali (appunto), non sempre avete voglia di condividere, di scambiare parole e idee, di confrontarvi con i vicini. Succede perché siete un segno profondamente libero, e la scoperta implica silenzio, concentrazione, un’attenzione costante. Ma lo spunto motivazionale per il Sagittario sarà una nuova attitudine verso la comunicazione, la parola: quella che i sestili di Giove e di Saturno vi concederanno. Con una piccola pausa che andrà da metà maggio ai primi di agosto, un tempo che vi vedrà indaffarati con questioni personali, e sarete troppo distratti per ricordarvi anche di chiacchierare.

Capricorno Capricorno - Irina Shayk e Timothée Chalamet
Capricorno - Irina Shayk e Timothée Chalamet
Splash News

Capricorno La vostra fortuna? Poter finalmente dire basta a tutte quelle cose che vi hanno richiesto impegno e attenzione a non finire, alle promesse troppo vicine per essere ignorate, ma anche troppo stancanti per essere vissute ancora a lungo. Giove e Saturno fanno i bagagli e passano oltre, tanto che lo spunto motivazionale per il Capricorno sarà la possibilità di mettere in pratica pensieri e ambizioni, alleggerendovi così delle attese, della preparazione necessaria a non fallire. Un costante senso di sollievo vi accompagnerà nei prossimi mesi, giusto in tempo per vedere i primi risultati, sentendovi finalmente un po’ liberi.

Acquario Acquario - Emma Roberts e Justin Timberlake
Acquario - Emma Roberts e Justin Timberlake
Splash News e Getty Images

Acquario Davvero importante questo 2021, questo tempo per voi magico che si carica di significati, di promesse e di possibilità. Come sempre, sono Giove e Saturno a decidere la qualità del tempo, a dire che anche l’Acquario può dirsi soddisfatto di come andranno le cose nei prossimi mesi. Per questo non sarà difficile trovare lo spunto motivazionale per l’Acquario, perché Giove vi farà crescere, intanto Saturno consoliderà ogni risultato, ogni obiettivo, per questo vi piacerà abitare nel presente. Senza dimenticare Mercurio, quel pianeta dell’intelletto che vi porterà grande fortuna con le idee fino a metà marzo, da maggio a luglio e poi ancora in settembre e in ottobre.

Pesci Pesci - Lily Collins e Justin Bieber
Pesci - Lily Collins e Justin Bieber
Splash News

Pesci Bello passare dal mondo dei sogni a quello della realtà (anche per chi, come voi, non ha mai ben capito quali siano i confini tra le due dimensioni). Seguite attentamente Giove e i suoi veloci passaggi, e le sue eleganti giravolte. Il grande pianeta si nasconderà per un po’, per poi – a metà maggio – affacciarsi improvvisamente sul vostro segno, portando fortuna, bellezza e un po’ di scompiglio. Così lo spunto motivazionale per i Pesci sarà il poter capire che cosa vi porterà poi, in dono, Giove nel 2022, quando si farà sul serio. Godetevi lo spettacolo, non siate mai impazienti di dominare il destino.



Continua a leggere

The Crown, la serie di Netflix dedicata alla Royal Family, sta raccontando dell'arrivo a corte di Lady Diana e inevitabilmente gli spettatori sono tornati a confrontare la principessa con l'attuale moglie di Carlo, Camilla Parker Bowles. I commenti degli haters sono stati così duri da aver costretto i Royals a prendere dei provvedimenti.Continua a leggere

Continua a leggere

Nella giornata del 26 novembre è scomparsa Daria Nicolodi all'età di 70 anni. Un addio che ha colpito il cinema italiano privandolo della sua scream queen e di uno dei suoi talenti più poliedrici. Attrice che negli anni 70 si era imposta con il ruolo della crocerossina di Uomini contro di Francesco Rosi e poi nel film culto Salomé di Carmelo Bene, Daria Nicolodi è poi divenuta vera e propria icona nel sodalizio artistico e sentimentale (terminato nel 1985) con Dario Argento. Da un lato il giovane regista toscano, promessa del cinema italiano e "allievo" di Sergio Leone (Argento e Bertolucci collaborarono per un certo periodo alla scrittura di C'era una volta il West), dall'altro la bravura, l'intensità e alcune intuizioni di sceneggiatura di Daria Nicolodi che contribuì in maniera sensibile alla riuscita straordinaria di Profondo Rosso, film culto che lanciò definitivamente Dario Argento tra i maestri del brivido. Il contributo della Nicolodi al successo di Argento è cosa notoria: non poche furono le sue intuizioni nella creazione del personaggio di Gianna Brezzi, ma addirittura vitali furono i suoi racconti d'infanzia nella creazione dell'altro film di culto di Argento, Suspiria.

Daria Nicolodi nel MacbethArchivio, Morta Daria Nicolodi mamma di Asia Argento
Daria Nicolodi nel Macbeth
imago stock&people / IPA

Madre di Asia Argento Nicolodi, oltre ad apparire nelle opere di Argento ( Inferno, Phenomena fino al recente La Terza Madre), ha collaborato nella sua carriera anche con l'altro maestro del terrore, Mario Bava, appaiando la sua carriera cinematografica al suo impegno teatrale.

L'ultimo impegno artistico, 11 anni fa, in L'Ispettore Coliandro dopo il quale ha abbandonato le scene per dedicarsi ai suoi studi esoterici e la sua passione per l'arte. Una grande attrice e artista, dalle luminose intuizioni che oggi lascia un vuoto. Non solo nel cinema di genere.



Continua a leggere

A scuola anche la domenica? È l'idea della Ministra dei Trasporti Paola De Micheli (già bocciata dalla Sottosegretaria Zampa) per evitare il sovraffollamento sugli autobus. Abbiamo chiesto alla pedagogista Marta Versiglia cosa ne pensa di una proposta del genere e cosa vorrebbe dire per i ragazzi rinunciare al giorno da sempre deputato al tempo libero.Continua a leggere

Continua a leggere

Vi siete mai chiesti perchè La Regina degli Scacchi ha i capelli rossi? La scelta del look di Beth Harmon può sembrare casuale, ma non lo è affatto: colore, taglio e styling sono stati studiati per trasmettere la sua personalità e per raccontare la crescita del personaggio attraverso vittorie, ostacoli e traumi infantili che si ripercuotono anche nell'età adulta.Continua a leggere

Continua a leggere

La modella polacca Anja Rubik nutre grande interesse per le tematiche di rilevanza sociale: è un'attivista per i diritti della comunità LGBTQ+ e ha anche dato vita a una fondazione per l'educazione sessuale in Polonia. Si è sentita molto toccata dalle manifestazioni che stando scuotendo la Polonia, in merito alla legge sull'aborto. Vogue l'ha scelta per la copertina di dicembre, per lanciare un messaggio.Continua a leggere

Continua a leggere

Il riciclo creativo è stato il maggior trend della primavera estate 2021, con brand come Balenciaga (vedi l’eco-pelliccia fatta con i lacci di scarpe), Marni (che ha realizzato capi outdoor patchwork da vecchi indumenti) e Coach (si veda il restyle delle borse anni Settanta) che sperimentano modi di riutilizzare i tessuti. Intanto Miu Miu a ottobre ha annunciato il lancio di una nuova collezione, Upcycled – una capsule esclusiva di 80 pezzi unici composta da abiti d’epoca accuratamente scelti in negozi e mercati vintage di tutto il mondo e rimessi a modello.

Anche se giovani designer come Priya Ahluwalia, Bethany Williams ed Emily Bode si sono fatte un nome riconvertendo tessuti che esistevano già, vedere grandi maison del lusso abbracciare questa pratica segna un cambiamento significativo nell’industria. “La prima volta che abbiamo utilizzato giacenze di merce e ne abbiamo parlato era il 2017,” dice via Zoom a Vogue Gabriela Hearst, la cui collezione primavera estate 2021 conteneva un 60% di pezzi riciclati. “Era come dire una parolaccia: ‘Quel termine non appartiene al vocabolario del lusso'”.

Balenciaga primavera estate 2021
Balenciaga primavera estate 2021
Courtesy Balenciaga

Le restrizioni imposte dalla pandemia hanno tuttavia spinto i designer a usare tessuti che avevano già a portata di mano invece di farsene spedire di nuovi. JW Anderson ha lanciato di recente una nuova capsule collection, Made in Britain, composta da sei stili ready-to-wear interamente realizzati con tessuti e finiture eccedenti delle passate stagioni. “Made in Britain è nata durante il lockdown da questa idea di creare moda con quello che avevamo già e di lavorare a livello locale,” spiega il direttore creativo Jonathan Anderson, che ha anche riciclato pezzi per la collezione di Loewe Eye/Loewe/Nature. “Credo che vedremo sempre più upcycling in futuro.”

L’effetto devastante delle scorte in eccesso

Non stupisce che più designer stiano ora scegliendo il riciclo creativo, considerando che la pandemia ha causato scorte in eccesso provenienti dalle collezioni primavera estate 2020 per un valore stimato tra i 140 e i 160 miliardi di euro – più del doppio della media. In passato, i brand del lusso avrebbero bruciato o gettato via le merci invendute nel tentativo di preservarne il valore, una pratica scioccante ora vietata in Francia. Con la sempre maggiore consapevolezza degli sprechi nella moda, è più importante che mai che l’industria affronti il problema delle eccedenze in modo sostenibile.

Duran Lantink, che smonta e assembla capi invenduti di brand come Gucci, Prada e Off-White facendone nuovi capi di fascia alta, da quando è cominciata la pandemia ha visto un aumento di richieste da parte dei maggiori marchi e retailer desiderosi di collaborare con lui. “C’è stato molto interesse,” dice il designer olandese in chiamata da Amsterdam. “La situazione fa un po’ paura al momento – è necessario che i retailer pensino a cosa fare con le giacenze di merce.”

Naturalmente, i designer di moda sostenibile come Hearst hanno preso la questione delle scorte in eccesso nelle proprie mani. La stilista di New York ha di recente creato l’esclusiva collezione Retro Fit per il negozio londinese di Selfridges usando giacenze di magazzino – pensate a cashmere riciclato, abiti camicia tinti e bucket bag patchwork. “Quando i negozi sono stati colpiti dalla pandemia, abbiamo cominciato a pensare ‘Come possiamo reinventare la merce invenduta che abbiamo già?’” dice Hearst.

Un modo nuovo di lavorare

Ci sono ovviamente delle difficoltà nell’includere l’upcycling nel processo creativo. Marine Serre ha dovuto ripensare completamente la sua production timeline per la primavera estate 2021 dopo essersi accorta che ci voleva molto più tempo a evadere gli ordini dei pezzi riciclati. “Abbiamo cominciato a lavorare sui capi per la collezione primavera estate 2021 a ottobre 2019, assicurandoci di avere abbastanza tempo per realizzarli senza comprimere troppo i tempi di produzione,” ha detto la designer francese a Vogue.

Lavorare le giacenze di merce ribalta il tradizionale processo creativo perché gli stilisti devono scegliere i tessuti in anticipo – tutto senza sapere quanto successo avrà la collezione in termini di vendite. “Compriamo il grosso dei tessuti [in anticipo], quindi è un rischio maggiore per il designer,” spiega Hearst, aggiungendo: “Mi piace perché ti porta a sprecare meno.”

Cecilie Bahnsen Encore 3 Collection
Cecilie Bahnsen Encore 3 Collection
Courtesy Cecilie Bahnsen

Nonostante le difficoltà, il riciclo creativo presenta anche degli ovvi vantaggi, tra cui una maggiore esclusività. “Quando finisce il tessuto di un rotolo avanzato, passi a un altro rotolo,” dice la designer danese Cecilie Bahnsen, che quest’anno ha cominciato a creare le collezioni Encore da tessuti in eccedenza. “Rende il prodotto più esclusivo e limitato, e aggiunge valore.”

Mentre un tempo la mancanza di uniformità avrebbe rappresentato un problema per i retailer – perché il capo che arriva a casa tua può essere diverso da quello che vedi fotografato online – i clienti ora apprezzano l’unicità dei pezzi. “Il fatto che non tutti i capi siano identici è eccitante per i nostri clienti, li rendono un investimento, quasi capi da collezione,” commenta Natalie Kingham, direttore acquisti di Matches Fashion, “si tratti di un abito di Marine Serre realizzato con sciarpe di seta riconvertite con motivi che differiscono in ogni capo, o di un vestito a scacchi di Rave Review fatto con coperte di lana riciclate.”

Il riciclo creativo deve diventare la ‘nuova normalità”

Considerando che la più alta percentuale di emissioni di gas serra dell’industria della moda proviene dalla produzione di tessuti, è indispensabile che il riutilizzo di tessuti già esistenti diventi una pratica comune. “I tessuti che abbiamo già prodotto ci bastano, eppure continuiamo a produrre immani quantità d’indumenti da tessuti vergini,” dice Sara Arnold, cofondatrice del gruppo di attivisti Fashion Act Now, in una recente chiamata su Zoom.

È chiaro che non si possa risolvere il problema con il solo riciclo creativo – la questione fondamentale della sovrapproduzione nell’industria della moda deve essere affrontata. “È importante che i grandi retailer riconsiderino l’enorme quantità di vestiti che comprano,” commenta Lantink. “Devono cambiare mentalità.”

Tuttavia, vedere grandi marchi scegliere finalmente il riciclo creativo può solo essere un passo nella direzione giusta – soprattutto se diventa la nuova normalità per la moda. “Sono in tanti adesso a scegliere il riciclo creativo,” conclude Lantink. “È difficile per i brand e i retailer pensare che sia solo una tendenza.”



Continua a leggere

This is definitely the time to embrace a casual-chic look. Staying at home doesn’t mean forgetting about style. See the must-wear combos for Winter 2020

This is a challenging time. Confinement measures have been introduced almost everywhere in Italy due to the Coronavirus pandemic that has put our lives on hold. And this means also our style has changed, focusing on comfort and at-home uniforms, yet without forgoing elegance or current trends. Quite the opposite; this is the time to pamper ourselves, slipping into casual-chic outfits to stay at home comfortably with a nod to the latest fashion trends. The basic rules? Relaxed shapes, fluid or loose fabrics and no heels; opt for flats instead. See all the go-to casual chic combos for Winter 2020. 

Tweed blazer + pants or jeans

Giambattista Valli Autunno Inverno 2020 2021
Giambattista Valli Autunno Inverno 2020 2021

Luxury tracksuit + sneakers

Dior Autunno Inverno 2020 2021
Dior Autunno Inverno 2020 2021

A-line minidress + ballet flats or Mary Janes

Marc Jacobs Autunno Inverno 2020 2021
Marc Jacobs Autunno Inverno 2020 2021

Head-to-toe knits  

Dolce & Gabbana Autunno Inverno 2020 2021
Dolce & Gabbana Autunno Inverno 2020 2021

Sweater + loose mid-length skirt

Chloé Autunno Inverno 2020 2021
Chloé Autunno Inverno 2020 2021

Knit dress + slippers

Jil Sander Autunno Inverno 2020 2021
Jil Sander Autunno Inverno 2020 2021


Continua a leggere

Se non seguite già il profilo IG di Mia Regan (nota anche come @MimiMoocher) fatelo subito! Diciotto anni e amante del vintage: il suo account dedicato alla fotografia cinematografica, i capi upcycled e il lato giocoso del fashion è diventato sinonimo di auto-espressione tra i coetanei della Gen Z. Ma c’è anche un pizzico (o forse un po’ di più!) di romanticismo.

La teenager britannica è il nuovo membro della famiglia Beckham e, sebbene ci siano abbondanti selfie di coppia assieme al fidanzato Romeo Beckham (per accontentare i fan), l’auto-ironia e la creatività – non a caso fa la scuola d’arte – fanno di lei una star in erba a tutti gli effetti. Inoltre, non aveva alcuna intenzione di permettere al lockdown di rovinarle i festeggiamenti per i 18 anni. Così il team di Vogue l’ha raggiunta virtualmente per scoprire il suo make-up look celebrativo in versione ‘soft glam’ ma anche per farsi rivelare i suoi infallibili trick beauty che pratica a casa sua nel Wiltshire (piccolo spoiler: provate a mettere un cucchiaino nel freezer e utilizzatelo per sgonfiare gli occhi).

Ma i consigli pratici non finiscono qui. Dagli account Depop da seguire ora sulla app che utilizza per fare i suoi collage fotografici a come è davvero compiere 18 anni durante una pandemia. Vi raccontiamo cosa è successo quando Vogue ha incontrato Mia Regan via Zoom.

Mia Regan.jpegCourtesy of Mia ReganTanti auguri Mia!! La Gran Bretagna è in pieno lockdown ma abbiamo scoperto che stai creando un beauty look ‘solleva umore’ per Vogue per festeggiare il tuo compleanno.

“Sì, si tratta di un look ‘soft glam’ con un tocco scintillante sulle palpebre, ciglia allungate e ben aperte e un paio di orecchini che non passano inosservati. Adoro mixare gioielli di stili diversi come quelli di Safsafu, Camille Brinch e Beepy Bella. E se sono di fretta e devo creare un beauty look in pochi minuti, opto per uno smoky eye con lucidalabbra di Dr Pawpaw. Lo porto sempre con me perché è un prodotto universale”.

Che capi hai scelto per il compleanno?

“Indosso sempre capi baggy ma per l’occasione metterò un top vintage, aderente e luccicante, pantaloni a zampa colorati e le mie inseparabili trainer Eytys Grand Prix. Eytys è fantastico perché vende le scorte in eccesso a prezzi scontati”.

A proposito di surplus nella moda, tu sei una sorta di musa dello stile upcycled. Quali account Depop ci consigli di seguire?

“Ho iniziato a usare Depop nel modo giusto solo di recente perché in passato tendevo a perdermi completamente. Il mio consiglio è trovare il venditore che fa per voi (per me è Lois 1XBLUE, che realizza capi strepitosi a partire da sciarpe di squadre di calcio) e poi vedere che account segue.

“Utilizzo questa app soprattutto per scoprire brand che fanno abbigliamento upcycled e, quando conosco uno stilista emergente, gli chiedo sempre se usa Depop. I migliori talenti che trovi sulla app sono freschi di laurea e questo è un modo per sostenerli. Cercate Crysanthou, una label giovane e veramente fantastica specializzata in stampe su cotone sostenibile e che sta per debuttare su Depop”.

Mia Regan.jpegCourtesy of Mia ReganQuali sono le tue influenze in fatto di moda?

Vivienne Westwood, da sempre. Sia come promotrice della sostenibilità che per il suo stile caotico. Amo anche lo stile della rapper britannica Lava La Rue. È uno dei membri che ha fondato @NiNE8COLLECTIVE su Depop: fanno capi spruzzati con vernice, strappati e ri-assemblati. Anche gli stilisti vintage come Jean Paul Gaultier sono per me di grande ispirazione al momento, specialmente su TikTok, dove è possibile percepire la sua influenza su molti giovani creativi che usano tecniche come il patchwork e l’upcycling in modo davvero innovativo. Inoltre, adoro guardare le sfilate, in particolare quelle con momenti iconici come quelle di Jacquemus.”

Come trasformi Instagram nel tuo spazio creativo?

“Scatto le foto in analogico. All’inizio, la mia app preferita per fare collage fotografici era Microsoft Word in quanto l’editing era super facile. Ma quando ho scoperto che la mia scuola aveva l’abbonamento a Adobe Photoshop, è cambiato tutto. Al momento sto sperimentando molto con Photoshop e adoro gli effetti dell’app Glitché.”

I giovani fotografi che ammiri di più?

“Amo le immagini di Sharna Osborne per gli effetti cinematografici e il fotografo Dan Hall, che scatta in analogico usando una vecchia macchina fotografica”.

Il miglior film che hai visto durante il lockdown?

“Di recente ho visto Il diritto di contare [2016], la storia di tre matematiche nere che lavoravano per la NASA durante la corsa allo spazio e furono vittime di discriminazioni a causa del razzismo e del loro genere. Un film che dovrebbero vedere tutti”.

I collage di Mia ReganMia Regan.jpeg
I collage di Mia Regan
Courtesy of Mia ReganE cosa ci dici dei podcast?

“Ascolto 1619 del New York Times e Daughter of a Hoarder di Ruby Fern, che parla molto di sostenibilità e responsabilità nella moda. Ha anche un fantastico account Depop. Di recente abbiamo registrato un episodio assieme sull’indossare i capi delle nostre mamme e lei ha consigliato un ottimo libro intitolato How To Break Up With Fast Fashion [di Lauren Bravo].”

Cosa fai quando hai bisogno di una pausa da social e schermi vari?

“Gioco a netball a livello agonistico sin da piccola ma, durante il lockdown, non potendomi allenare, cerco di andare in bicicletta o di fare una passeggiata ogni mattina. Amo molto anche lo yoga”.

Hai dei rituali beauty quotidiani?

“Imparare a conoscere la propria pelle richiede molto tempo. Io scelgo formulazioni non profumate e pulite. Di recente ho scoperto le creme alla vitamina C che mi hanno cambiato letteralmente la vita. Non credevo che bere tanta acqua avesse benefici visibili sulla pelle ma sbagliavo. Inoltre uso sempre la protezione solare sul viso”.

Che propositi di stile hai per il 2021?

“Sostenere i brand piccoli e indipendenti ogni volta che posso, soprattutto in questo periodo in cui sono in tanti ad avere problemi economici”.

Ultima domanda. Se Vogue potesse teleportarti in un qualsiasi ristorante di tutto il mondo per la tua cena di compleanno, dove vorresti andare? E cosa ordineresti?

“Tornerei immediatamente da Balagan a Parigi per la musica a tutto volume e il cibo spaziale. Ordinerei tutto il menù”.



Continua a leggere

Emily Ratajkowski continua a far parlare dei suoi look in gravidanza. La top model è stata fotografata a Los Angeles, al 5 mese e mezzo di gestazione, con un abito maglia che è forse il primo vero outfit premaman della modella.

Dopo aver annunciato l'attesa per il suo primo figlio attraverso un'intervista su Vogue America, Emrata è apparsa in pubblico più e più volte con abiti attillati e mise fascianti che esaltavano le sue forme, mettendone in bella mostra il pancione in crescita. La top model ha condiviso su Instagram innumerevoli foto del suo corpo in gravidanza, raccontando ai follower la trasformazione che sta vivendo e sottoponendosi anche al giudizio critico dei più bigotti che l'accusano di mostrare troppa nudità.

Emily Ratajkowski shows her baby bump while out for dinner in New York City a day after announcing she is expecting her first child with her husband SebastianPictured: Emily RatajkowskiRef: SPL5194944 271020 NON-EXCLUSIVEPicture by: Elder Ordonez / SplashNews.comSplash News and PicturesUSA: +1 310-525-5808London: +44 (0)20 8126 1009Berlin: +49 175 3764 166photodesk@splashnews.comWorld Rights, No Poland Rights, No Portugal Rights, No Russia Rights
Emily Ratajkowski incinta, i look con il pancione in vista
Emrata non ha infatti perso l'abitudine di mostrare il suo corpo, ora modellato dalle nuove curve della gravidanza
Emily RatajkowskiLos Angeles, Pregnant Emily Ratajkowski (incinta) con il marito indossa un look beige
Emily Ratajkowski
JAPZ, JOGA / IPA

L'ultimo look di Emily Ratajkowski sembrerebbe in contro tendenza rispetto ai naked selfie davanti allo specchio, e alle foto che la ritraevano con abbinamenti non propriamente premaman, come il seducente abito nero elasticizzato con maxi oblò sui fianchi. Alla vigilia della festa del ringraziamento, la top model americana è stata avvistata, in compagnia del marito Sebastian Bear-McClard, con un outfit casual chic composto da un maxi abito maglia a collo alto, in lana beige, abbinato a un paio di stivali in pelle bicolore. Emrata ha completato il look con occhiali scuri, orecchini a cerchio in oro e borsa con vistosa tracolla a catena. Un outfit premaman tutto sommato adeguato alla 24settimana di gravidanza di una ragazza di 29 anni, che sicuramente si distacca dalle esposizioni audaci di Emrata su Instagram.

Sebastian Bear-McClard, Emily RatajkowskiLos Angeles, Emily Ratajkowski (incinta) con il marito indossa un look beige
Sebastian Bear-McClard, Emily Ratajkowski
JAPZ, JOGA / IPA
Emily Ratajkowski, Sebastian Bear McClard and dog Colombo seen out and about at the Apple Store SoHo the to lunch at ATLA Restaurant in NoHo.Pictured: Emily Ratajkowski,Sebastian Bear McClardRef: SPL5189439 260920 NON-EXCLUSIVEPicture by: SplashNews.comSplash News and PicturesUSA: +1 310-525-5808London: +44 (0)20 8126 1009Berlin: +49 175 3764 166photodesk@splashnews.comWorld Rights
L'Uomo
5 cose sul marito di Emily Ratajkowski, Sebastian Bear-McClard
Tutto quello che c'è da sapere sul padre del primo figlio della top model

Essendo stata anche una delle 100 cover star del numero di Vogue Italia di settembre 2020, a noi Emily Ratajkowski piace in ogni modo, sia con pancione in vista che in versione più comoda e premaman. E voi come la preferite, pancia in vista o pancia coperta? Commentate sulla pagina Facebook di Vogue Italia.



Continua a leggere

Anche i reali svedesi sono stati colpiti dal coronavirus. A darne la notizia è stata la stessa famiglia reale che ha ammesso la positività al covid-19 del principe Carl Philip e della principessa Sofia.

Secondo quanto si apprende dalle fonti ufficiali del palazzo, i due principi avrebbero sviluppato solamente dei lievi sintomi della malattia e sarebbero ora in isolamento insieme ai loro figli, Alexander e Gabriel. 

Sofia e Carl PhilipArchivio: il Principe Carl Philip e la moglie la Principessa Sofia di Svezia positivi al covid
Sofia e Carl Philip
Eklund Robert/Stella Pictures/ABACA / IPA

La coppia reale ha deciso di scendere personalmente in campo per la lotta al covid-19: la principessa Sofia come volontaria al Sophiahemmet hospital a Stoccolma e il principe presso il quartier generale delle Swedish Defences Forces.

Sofia e Carl PhilipSofia Hellqvist, Carlo Filippo di Svezia
Sofia e Carl Philip
Sofia Hellqvist, Carlo Filippo di Svezia

In via precauzionale saranno poi testati anche tutti gli altri membri della royal family, tra cui ovviamente re Carl Gustaf e la regina Silvia. Sofia e Carl Philip sono solo gli ultimi nella lista dei reali colpiti dal covid-19 che annovera, tra gli altri, anche il principe Carlo e il principe Albert II di Monaco.



Continua a leggere

Accettato ormai che Harry e Meghan passeranno il Natale negli Stati Uniti e osservate le norme anti-covid che il governo di Boris Johnson ha varato per Natale, a questo punto si apre il "toto-Natale" per la regina Elisabetta II. Con chi  passerà le festività sua maestà?

Kate, Camilla e la regina Elisabetta IIKate, Camilla e la Regina Elisabetta II
Kate, Camilla e la regina Elisabetta II
Dominic Lipinski / IPA

Domanda non scontata perché le restrizioni imporranno alla Regina di scegliere oculatamente con chi celebrare il Natale e le "bolle sanitarie" a disposizione non saranno molte. La prima e più scontata vorrebbe che la Regina passasse il Natale con i suo adorati  bisnipotini: Filippo ed Elisabetta II si potrebbero ritrovare a Sandringham con William, Kate, George, Charlotte e Louis. A questo gruppo potrebbero anche aggiungersi Charles e Camilla (attualmente nell'occhio del ciclone mediatico) ma, per le regole anti-covid, i tre nuclei famigliari non potrebbero poi vedere nessun altro e questo potrebbe creare un problema con gli altri nonni dei piccoli Cambridges, i Middleton, che rimarrebbero a passare le festività da soli.

Camilla e la regina Elisabetta IILa regina Elisabetta II e Camilla
Camilla e la regina Elisabetta II
Chris Radburn / IPA

Una buona alternativa potrebbe essere quella di passare il Natale con la famiglia di Edward, il più giovane dei figli di Filippo ed Elisabetta, in compagnia dei Sophie, di Louis e del giovane James. Esclusa la possibilità di un Natale con Andrew e la sua ex-moglie Sarah (che ancora vive al Royal Lodge a Windsor): probabilmente infatti la coppia vorrà passare il Natale radunando sotto lo stesso tetto le due neo-famiglie, quella di Eugenia e James (che sono in attesa del loro primo figlio) e quella di Beatrice e Edoardo, che si sono sposati quest'anno. Esclusa anche, per lo stesso motivo, la principessa Anne che probabilmente vorrà passare il natale con i due figli e le rispettive famiglie.

la regina Elisabetta IILa regina Elisabetta II
la regina Elisabetta II
John Stillwell / IPA

C'è poi l'ultima ipotesi che, sebbene sia la più drastica, abbiamo l'impressione che sarà quella più adatta allo spirito integerrimo della regina che, per non fare torto a nessuno, potrebbe anche decidere di passare il natale solo in compagnia di Filippo. Sarebbero delle festività decisamente insolite per un anno ancor più insolito. 



Continua a leggere


X

privacy